Redazionali

All posts by Alessandro Fiorentini

Johansson Profiler Revolution: centrale terrestre a filtri programmabili

La Profiler Revolution (Rif. 6700) è un amplificatore e convertitore di filtri programmabili per segnali terrestri. Il modulo ottimizza i segnali terrestri VHF / UHF e FM da più ingressi con l’obiettivo di fornire immagini di alta qualità sullo schermo del televisore. Questa centrale non ha eguali sul mercato, grazie alla sua tecnologia rivoluzionaria. Arriva ad elaborare più di 50 canali ed ha i filtri più selettivi sul mercato (50 dB sui canali adiacenti). .

La scelta delle antenne di ricezione televisiva terrestri e satellitari

Il punto di partenza nella procedura di selezione delle antenne tv terrestri e satellitari è nella individuazione dei segnali da distribuire: partendo dalla televisione digitale terrestre occorre conoscere livello, BER e MER dei segnali DTT ricevibili, selezionando i trasmettitori in funzione della presenza di multiplex contenenti canali di interesse. Basandosi sulla documentazione disponibile online ed offline e, se necessario, eseguendo un sopralluogo sul tetto con antenna a larga banda ed il misuratore di campo, .

Misuratori di segnale tv

Oggi il moderno “installatore d’antenna” è una figura altamente professionale che ha la necessità di conoscere e gestire altre tecnologie, sia per il lavoro di installazione (piccole reti LAN, cablate o Wi-Fi, impianti di videosorveglianza, prodotti “Smart Home” o domotici) che per gestire le interferenze sull’impianto d’antenna, generate appunto dai segnali presenti in tutti i contesti, dal residenziale al terziario. Inoltre, l’evoluzione della tecnologia degli impianti di ricezione televisiva, in particolar modo dCSS e .

Le misure da eseguire per la corretta ricezione dei segnali televisivi.

La verifica dei parametri di ricezione dei segnali negli impianti televisivi satellite e terrestre dovrebbe avvenire sempre e, anche se a campione, deve certificare la correttezza dei segnali alla presa in ingresso al televisore o al decoder. Per quanto riguarda la potenza del segnale alla presa si ricordano i limiti di funzionamento: da 45 a 74 dBµV per il segnale televisivo Digitale Terrestre (DTT) con modulazione 64QAM e FEC 2/3, e da 47 a .

Tabelle per la valutazione delle misure da eseguire

Le tabelle che seguono riportano i valori minimi del rapporto C/N (Carrier/Noise) che rappresenta il rapporto tra la potenza del segnale digitale e la potenza del rumore corrispondente. Il valore C/N ha un andamento analogo a quello del MER e può essere utile per valutare la robustezza di un segnale DTT o Satellite: minore è il valore di C/N riportato e maggiore è la robustezza del segnale considerato. Ad es.: un segnale DVB-T con .

Interferenze nei segnali televisivi

Nella ricezione dei segnali terrestri (ma in alcuni casi anche dei segnali satellitari) si possono verificare delle aggiunte di trasmissioni indesiderate ed esterne a quelle TV. La presenza nella banda UHF di emissioni legate alla telefonia 4G ed indicate con il termine LTE è uno dei casi in questione. Non si tratta di una sovrapposizione, visto che la banda televisiva è separata da quella telefonica (790 MHz massimo valore banda TV, 791 MHz minimo .

La scelta della centrale di testa in un impianto di distribuzione TV terrestre

La scelta della centrale di testa in un impianto di distribuzione TV deve tener conto, dal lato DTT del numero e del tipo di antenne in ingresso, del livello dei segnali in ingresso e del livello desiderato dei segnali in uscita. Se l’impianto da realizzare è solo di ricezione del digitale terrestre, la scelta può spaziare, in funzione del numero degli utenti, da semplici centralini da palo adatti a distribuzioni limitate a centrali di .